media

Il ferro è un principio fondamentale per consentire all’organismo di svolgere correttamente diverse funzioni. Nello specifico, è importantissimo per la produzione dell'emoglobina, di cui l’organismo ha bisogno per trasportare l'ossigeno ai tessuti, e della mioglobina, una proteina indispensabile per fissare l'ossigeno all'interno dei muscoli.

Una alimentazione equilibrata e varia è la base da cui partire per mantenere i giusti livelli di ferro nell'organismo.

Quando si presenta una carenza di ferro

La carenza di ferro si manifesta con spossatezza, facile affaticamento e, se è grave, con anemia; in alcuni casi possono presentarsi anche cefalea, palpitazioni, nevralgie e predisposizione alle infezioni. È molto comune riscontrare carenze nelle donne che hanno un mestruo particolarmente abbondante e in quelle in gravidanza o che hanno partorito da poco.

Cause

La carenza di ferro può essere dovuta a:

  • Emorragie e sanguinamenti: la perdita di sangue può portare a un abbassamento dei livelli di ferro; nelle donne possono avere un ruolo fondamentale anche le mestruazioni. 
  • Gravidanza e allattamento: in questi periodi il fabbisogno quotidiano di ferro aumenta e, se non si tiene conto di questo aspetto, si rischia la carenza.
  • Cattivo assorbimento: a causa di disturbi del metabolismo si può generare una riduzione dell’assimilazione del ferro assunto con l'alimentazione. Tra le principali, le malattie intestinali croniche (colite ulcerosa e morbo di Crohn) o la celiachia, che portano al deterioramento dei villi intestinali, possono causarne carenza.

Come rimediare

I cibi più ricchi di ferro sono il fegato e le interiora. Segue il cioccolato fondente, i legumi, le carni rosse, la frutta secca e le verdure a foglia verde, che ne apportano comunque buone quantità. 

Uno degli aspetti fondamentali da non trascurare, riguarda la capacità del nostro organismo di assorbire il ferro alimentare, che varia di molto in base al tipo di alimento e al proprio organismo. Tale capacità è massima se assumiamo interiora e carni rosse e minima nel caso dei vegetali a foglia verde; allo stesso tempo, gli individui che assumono molto fruttosio e soprattutto vitamina C lo assimilano più facilmente: per questo è importante condire le verdure con il limone.

In ultimo, bisogna sempre tenere a mente che l'assorbimento del ferro viene ostacolato da bevande come il tè e il caffè (per la presenza di tannini) e da quei cibi che contengono acido ossalico (cereali integrali, spinaci, barbabietole).

Se desideri approfondire l’argomento oppure porre semplicemente qualche domanda, contattaci. Il nostro team di professionisti sarà felice di risponderti.

  • Mar 27, 2021
  • Commenti: 0
Commenti: 0

Nessun commento

Lascia una risposta

L'indirizzo email non può essere pubblicato . I campi richiesti sono contrassegnati*