Categorie
media

È arrivato l’autunno, uno dei periodi peggiori per i nostri capelli che, indeboliti e sfibrati dopo l’estate, risentono ancor più delle variazioni di luce e temperatura tipiche di questa stagione. Tali cambiamenti, infatti, hanno un effetto diretto sulla secrezione di melatonina e prolattina, due ormoni che stimolano i follicoli, influenzando le fasi di crescita e perdita dei capelli.

Il risultato è che, oltre ad apparire schiariti, stopposi e tendenti alla rottura, i capelli iniziano a cadere copiosi.

Nella maggior parte dei casi non c’è nulla da temere, si tratta di una caduta stagionale, quindi, transitoria, mentre se la caduta dovesse superare i 100-120 capelli al giorno per più di uno-due mesi è importante rivolgersi ad uno specialista per valutarne cause e trattamenti più adatti.

Scopriamo insieme quali sono gli errori da non fare per evitare di accentuare ulteriormente la perdita dei capelli in autunno.

Ecco 5 cose da NON fare:

  1. Seguire un’alimentazione sregolata
    Durante l’estate ci siamo sicuramente lasciati andare ad una vita più “libertina” anche a tavola ma adesso è importante riprendere le buone abitudini, seguendo una dieta sana e bilanciata, ricca di frutta e verdura fresche e di stagione.
    In particolare, per favorire il benessere della chioma dovremmo essere certi di assumere il giusto apporto di vitamine del gruppo B, Vitamine A e H, mangiando alimenti come i cereali, il salmone, l’avocado, il pollo, la carne di tacchino, le uova, i piselli, i cavolfiori e le verdure a foglia verde.
    Non dovremmo neanche farci mancare ferro (che favorisce l’ossigenazione dei capelli), rame (che ha un ruolo fondamentale nel mantenimento della pigmentazione dei capelli) e zinco (che ne stimola la ricrescita).
    Da evitare, invece, zucchero, dolci, insaccati, alimenti in scatola e preconfezionati e i cibi troppo grassi e elaborati in generale.
  2. Lavare i capelli tutti i giorni
    Anche se vorremmo avere i capelli sempre perfetti e in ordine dobbiamo imparare a tenere a bada la mania del lavaggio, perché quest’abitudine non fa altro che indebolirli e sfibrarli ulteriormente.
    L’ideale è fare lo shampoo due-tre volte a settimana, non più di questo.
  3. Utilizzare uno shampoo qualsiasi
    La scelta dello shampoo non può essere lasciata al caso, al packaging o al solo risparmio. Bisogna prestare attenzione che il prodotto non stressi ulteriormente la cute e sfibri il capello, quindi opta per shampoo delicati, meglio se di origine naturale e bio.
  4. Non adoperare maschere e impacchi
    Se pensi che maschere e impacchi siano solo tempo perso, prova! Saranno i fatti a smentirti. Questi trattamenti, infatti, sono estremamente efficaci per rinforzare e limitare la caduta dei capelli.
    Puoi optare sia per prodotti già pronti sia per rimedi casalinghi come maschere casalinghe alla maionese, allo yogurt, all’olio di cocco, all’aloe vera, ai semi di lino o all’henné.
  5. Seguire le solite abitudini di styling
    Acconciature elaborate, tinture, piastra, arricciacapelli e phon ad alte temperature in questo momento sono nemici giurati dei tuoi capelli, per cui evitali il più possibile, almeno finché non avranno ritrovato il loro naturale benessere.

Se proprio non puoi asciugarli al naturale, prima di utilizzare il phon applica uno spray protettivo e prosegui con l’asciugatura a temperatura moderata e ad un’adeguata distanza.

Evita questi errori e, in non molto tempo, vedrai la tua capigliatura tornare a splendere, morbida, voluminosa e sana, parola di ReddyRed!

  • Sep 20, 2019
  • Commenti: 0
Commenti: 0

Nessun commento

Lascia una risposta

L'indirizzo email non può essere pubblicato . I campi richiesti sono contrassegnati*